Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti: proseguendo con la navigazione si presta il consenso all'utilizzo dei cookie.

Per ulteriori informazioni consulta l'informativa. Per saperne di piu'

Approvo

Dall’Art.3 del D.P.R. 177/11 l’obbligo per il datore di lavoro committente di lavori in appalto in ambienti confinati di individuare un proprio preposto che vigili in funzione di indirizzo e coordinamento.


Il preposto incaricato dovrà:

  • essere formalmente nominato

  • essere in possesso di adeguate competenze

  • avere svolto la formazione ed addestramento sui rischi presenti nei luoghi oggetto di intervento (formazione sui luoghi confinati)

  • essere in possesso dell’idoneità alla mansione anche con accertamento di assenza di alcol dipendenza

(Allegato I punto 3 del Provvedimento della Conferenza Stato- Regioni e Province Autonome del 16 marzo 2006: “sovrintendenza ai lavori previsti dagli articoli 236 e 237 del decreto dei Presidente della Repubblica 27 aprile 1955, n. 547”, ad oggi punti 3.2.1, 3.2.2 e 3.3 dell’Allegato IV del D.Lgs 81/08))