fbpx
  • Header Test di Compostabilità Desktop
  • Header Test di Compostabilità Tablet
  • Header Test di Compostabilità Mobile

Compostabilità certificata

La sostenibilità certificata del packaging ti garantisce nuove opportunità in un mercato in forte crescita

Con il test di compostabilità qualificato da TÜV Austria ed eseguito nei nostri laboratori, puoi ottenere il marchio OK COMPOST INDUSTRIAL e certificare i tuoi materiali destinati al contatto con gli alimenti come compostabili in un impianto industriale.

Sempre più consumatori sono alla ricerca di prodotti con packaging ecosostenibile: aumenta la consapevolezza delle persone nei confronti dell’impatto ambientale delle proprie scelte di consumo. Offrire soluzioni adeguate in termini di sostenibilità, ti consente di guadagnare importanti quote di mercato, tutelando l’ambiente e la salute delle persone.

COMPOSTABILE È MEGLIO

Offrire ai consumatori un packaging ecosostenibile significa impiegare materiali che rispettino le condizioni individuate dalla Direttiva europea sugli imballaggi 94/62/CE ovvero che non si trasformino in rifiuti una volta esaurita la propria funzione.

Come Direttiva 2008/98/CE insegna, quando non si può impedire che un materiale arrivi a fine vita ovvero che esaurisca la propria funzione, oppure che venga riutilizzato tal quale non resta che riciclarlo o recuperarlo.

Il packaging compostabile, se opportunamente trattato in un impianto di compostaggio industriale, si trasforma in un prezioso materiale da reimpiegare in agricoltura come fertilizzante, il compost appunto, perfettamente integrato ai cicli naturali. A fine vita i prodotti compostabili non diventano un rifiuto e rappresentano, così, una scelta sostenibile, sempre più apprezzata dal imprese e consumatori.

APPROFONDISCI SUL BLOG

OK Compost INDUSTRIAL
& Seedling di TÜV Austria

TÜV Austria offre una soluzione attraverso la certificazione OK compost INDUSTRIAL: marchio che garantisce come biodegradabile in un impianto di compostaggio industriale il packaging che può fregiarsene, inclusi i componenti, gli inchiostri e gli additivi, sulla base della norma UNI EN 13432:2002 e dunque anche alla Direttiva 94/62/CE.

A questa, grazie alla partnership con European Bioplastics, si aggiunge il valore della certificazione Seedling a garanzia della qualità del compost ovvero della totale assenza di effetti negativi sull’ambiente.

Le certificazioni OK Compost INDUSTRIAL e Seedling assicurano la conformità di un imballaggio con gli standard di riferimento e le disposizioni dell’ente certificatore, in quanto ai requisiti di biodegradabilità e compostabilità, permettendone il riconoscimento di qualità in Europa. Si tratta cioè di un valido attestato di ecosostenibilità in grado di orientare i consumatori verso scelte più responsabili e, dunque, di valorizzare i prodotti che possono fregiarsene.

Il test di compostabilità

Analisi certificate da TÜV Austria per la determinazione della compostabilità del packaging in accordo alla norma UNI EN 13432:2002, che definisce le caratteristiche che un materiale deve possedere per decomporsi durante un processo di compostaggio industriale.
Questi test analitici consentono di ottenere la certificazione OK Compost & Seedling.



Caratterizzazione

Analisi chimiche per determinare il contenuto di metalli pesanti, fluoro e solidi volatili.

Biodegradabilità

Misura la capacità di un imballaggio, o di sue componenti, a essere degradato da microorganismi, in modo che almeno il 90% del carbonio organico sia convertito in anidride carbonica entro 6 mesi dall’inizio del test. Il test è condotto secondo lo standard EN ISO 14855:1-2012.





Disintegrabilità

Misura come un imballaggio si disintegra all’interno di un processo di compostaggio industriale per un massimo di 12 settimane. Alla fine del test, in accordo alla norma ISO 16929:2019, almeno il 90% dei residui dell’imballaggio devono deve passare attraverso un setaccio con maglia di 2 mm.

Ecotossicità

Verifica gli effetti negativi del materiale in prova sul compost ottenuto dal test di disintegrazione, applicando lo standard OECD 208:2006 (modificato secondo l’Annex E dello standard EN 13432).
Due tipologie specifiche di semi sono fatte germogliare in parallelo in un compost prodotto con e senza l’aggiunta del materiale da imballaggio.
La velocità di germinazione e la biomassa vegetale dei compost campione di entrambe le specie di piante devono essere maggiori del 90% di quelle del corrispondente compost bianco, in assenza di effetti negativi sulle piante.

Packaging sostenibile e certificato

La sostenibilità del packaging è uno dei più importanti fattori che, oggi, guida le scelte dei consumatori.
Le persone sono sempre più consapevoli dell’impatto ambientale dei propri comportamenti, anche per quanto riguarda le scelte di acquisto: le aziende hanno ora l’opportunità di guadagnare importanti quote di mercato, offrendo soluzioni adeguate ai consumatori in termini di sostenibilità.

Scopri di più

Certifica la compostabilità del tuo packaging

I nostri esperti ti assisteranno lungo tutto l’iter analitico necessario a certificare come compostabili negli impianti industriali i tuoi materiali destinati al contatto con gli alimenti. Contattali scrivendo in questo form!

Richiedi informazioni

Ambiti di interesse: