fbpx
Header
Registro_raccolata_recupero_metalli_BN.jpg

AGGIORNAMENTO DEL 24/6/2021

Pubblicata la Delibera Albo Gestori Ambientali 4-2021 Criteri e modalità di iscrizione semplificata al registro di cui all’articolo 40-ter della Legge 11 settembre 2020, n. 120 che istituisce il registro di cui alla legge 120/2020 (conversione del DL 76/2020 -Decreto Semplificazioni), ovvero per le attività di raccolta e trasporto dei materiali metallici destinati al recupero.

Il registro sarà diviso in 6 classi sulla base del totale dei rifiuti gestiti, e con il testo si definiscono i requisiti, e la procedura per l’iscrizione.

La delibera entra in vigore dal 1° settembre prossimo e prevede che l’attività di trasporto sia esercitata nel rispetto della normativa nazionale e internazionale sull’autotrasporto di merci. Le imprese iscritte potranno raccogliere e trasportare esclusivamente alcune tipologie di rifiuti non pericolosi solo se destinati alle attività di recupero: R4, R11, R12, R13.

Questi i codici:

  • 02 01 10 Rifiuti metallici
  • 12 01 01 Limatura e trucioli di materiali ferrosi
  • 12 01 03 Limatura e trucioli di materiali non ferrosi 12 01 04 Polveri e particolato di materiali non ferrosi
  • 12 01 21 Corpi d'utensile e materiali di rettifica esauriti, diversi da quelli di cui alla voce 12 01 20
  • 12 01 99 Rifiuti ferrosi e non ferrosi (così come descritti nelle tipologie 3.1 e 3.2 dell’allegato 1, sub-allegato 1, DM 5 febbraio1998)
  • 15 01 04 Imballaggi metallici
  • 16 01 17 Metalli ferrosi
  • 16 01 18 Metalli non ferrosi
  • 17 04 05 Ferro e acciaio
  • 17 04 01 Rame, Bronzo e Ottone
  • 17 04 02 Alluminio
  • 17 04 03 Piombo
  • 17 04 04 Zinco
  • 17 04 06 Stagno
  • 17 04 07 Metalli misti
  • 17 04 11 Cavi, diversi da quelli di cui alla voce 17 04 10
  • 19 10 01 Rifiuti di ferro e acciaio
  • 19 10 02 Rifiuti di metalli non ferrosi
  • 19 12 02 Metalli ferrosi
  • 19 12 03 Metalli non ferrosi


L’iscrizione al registro sarà da rinnovare ogni 5 anni.

 

Coronavirus-BN.jpg

AGGIORNAMENTO DEL 22/6/2021

È stata pubblicata la Legge 87/2021 di conversione del cosiddetto “Decreto Riaperture” DL 52/2021.
La conversione in legge del DL Riaperture conferma quindi il calendario della progressiva eliminazione delle restrizioni per il contenimento del contagio da Covid-19, prevedendo che tutte le attività oggetto di precedenti limitazioni debbano svolgersi in conformità ai protocolli e alle linee guida adottati dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome. Alcuni punti:

  • Sorveglianza sanitaria: I datori di lavoro pubblici e privati, fino al 31 luglio 2021, hanno l’obbligo di garantire, per lo svolgimento in sicurezza delle attività produttive e commerciale, la sorveglianza sanitaria eccezionale dei lavoratori maggiormente esposti a rischio di contagio, in ragione dell’età o della condizione di rischio derivante da immunodepressione, anche da patologia COVID-19, o da esiti di patologie oncologiche o dallo svolgimento di terapie salvavita o comunque da comorbilità che possono caratterizzare una maggiore rischiosità.
  • Corsi di Formazione: Il nuovo articolo 3-bis autorizza dal 1° luglio a tenere anche in presenza i corsi di formazione pubblici e privati in zona gialla.
  • Green Pass: occorre il Green Pass per gli spostamenti tra regioni in fascia arancione o rossa; e per partecipare a feste, eventi e fiere.
  • Controlli radiometrici: modifiche all’articolo 22 del Dlgs 101/2020: tempo fino al 31/12 per la misurazione della concentrazione di attività su materiali contenenti radionuclidi di origine naturale presenti nel ciclo produttivo.
Controllo_attrezzatre_lavoro_BN.jpg

AGGIORNAMENTO DEL 22/6/2021

 È stato pubblicato il Decreto Direttoriale 36/2021 contenente il Venticinquesimo Elenco dei soggetti abilitati all’effettuazione delle verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro, di cui all’Allegato VII del decreto legislativo n. 81/2008.

Il decreto è composto da 7 articoli:

  • Rinnovi delle iscrizioni già in possesso sulla base delle richieste pervenute nei mesi precedenti;
  • Variazione delle abilitazioni per alcuni soggetti abilitati
  • Nuove iscrizioni
  • Sospensioni
  • Cancellazioni dall'elenco
  • Adozione l'elenco aggiornato e sostituzione integrale del precedente elenco adottato con DD 16/2021
  • Obblighi cui sono tenuti i soggetti abilitati
Esposizione_lavoratori_sostanze_chimiche._BNjpg.jpg

AGGIORNAMENTO DEL 22/6/2021

È stato pubblicato il DM 18/05/2021 che recepisce la Direttiva 2019/1831/UE e definisce un quinto elenco di valori limite indicativi di esposizione professionale per gli agenti chimici.

Il documento sostituisce l'Allegato XXXVIII del D.Lgs. 81/2008, aggiornandone il contenuto in conformità con le disposizioni introdotte dalla Direttiva 2019/1831/UE. Questa, pubblicata il 31 ottobre 2019 nell’ambito della “Direttiva Agenti Chimici” 98/24/CE, ha modificato la Direttiva 2000/39/CE introducendo il quinto elenco di valori indicativi di esposizione professionale ora recepito anche in Italia.