Header

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI CANONI PER L’USO DEL DEMANIO - REGIONE TOSCANA

SEGNALAZIONE AGGIORNAMENTO NORMATIVO DEL 18/10/2017

Sul Bollettino della Regione Toscana è stata pubblicata la legge 57 del 13/10/2017 che reca Disposizioni in materia di canoni per l’uso del demanio idrico e per l’utilizzazione delle acque. Modifiche alla l.r. 77/2016. 



 DISPOSIZIONI IN MATERIA DI CANONI PER L’USO DEL DEMANIO - REGIONE TOSCANA



La legge, che entra in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione, definisce disposizioni in materia di canoni per il rilascio delle concessioni per l’occupazione e l’uso del demanio idrico e l’utilizzazione delle acque. In particolare, la legge disciplina: le attività di accertamento, liquidazione e riscossione dei canoni, e i procedimenti di applicazione delle sanzioni amministrative.
Sottolineiamo subito che i pagamenti atti entro la data di entrata in vigore si considerano regolarmente eseguiti (art.6). Secondo invece quanto definito dall’articolo 2 il pagamento non effettuato o non completo prevede una penalità dal 30% e la regione invierà prima degli avvisi bonari, poi la riscossione coattiva delle somme dovute.
All’art. 7 – Rimborsi - si prevede che il concessionario può richiedere la restituzione delle somme indebitamente versate a titolo di canone entro 5 anni dalla data del pagamento, la Giunta stabilirà le modalità operative per l’effettuazione dei rimborsi.
Entro il 31/12/17 i gestori che effettuano prelievi alla SII devono presentare domanda per il rilascio di nuova concessione per il prelievo, entro 180gg successivi le autorità devono rispondere. Con il testo in oggetto si apportano anche modifiche alla legge Regionale 77/2016 Link sito regione pagina Tributi




 Entrata in vigore: 19/10/2017