fbpx
Header

Covid-19 Fase 2: Lombardia, Toscana. Protocolli anti-contagio e nuovi obblighi

AGGIORNAMENTO DEL 14/5/2020

 

Regione Lombardia

Con l’Ordinanza regionale n. 546 del 13 maggio si prevedono alcune prescrizioni per i datori di lavoro, più restrittive di quelle statali, per garantire la tutela della salute in tutti i luoghi di lavoro in Lombardia (es. attività produttive, uffici, negozi, attività aperte al pubblico etc.).

I datori di lavoro dovranno osservare le seguenti prescrizioni:

  1. Il datore di lavoro o un suo delegato deve sottoporre il personale, prima dell’accesso al luogo di lavoro, al controllo della temperatura corporea. Questa operazione deve essere effettuata anche quando, durante l’attività, il lavoratore dovesse manifestare i sintomi di infezione respiratoria da COVID – 19 (es. tosse, raffreddore, congiuntivite). Se la temperatura risulterà superiore ai 37,5°, non sarà consentito l'accesso o la permanenza nei luoghi di lavoro. Le persone in tale condizione devono essere momentaneamente isolate e non dovranno recarsi al Pronto Soccorso e/o nelle infermerie di sede.
    Il datore di lavoro comunicherà tempestivamente tale circostanza, tramite il medico competente di cui al D.L. n.81/2008 e/o l’ufficio del personale, all’ATS territorialmente competente, la quale fornirà le opportune indicazioni cui la persona interessata dovrà attenersi.
  2. È fortemente raccomandato anche rilevare la temperatura dei clienti/utenti, prima dell’accesso. Con temperatura superiore a 37,5°, non sarà consentito l'accesso e la persona dovrà contattare il proprio medico curante. 
  3. È fortemente raccomandato scaricare e utilizzare l’ app “AllertaLom, il questionario “CercaCovid” deve essere compilato quotidianamente da parte del datore di lavoro e da tutto il personale.

Per gli aspetti non diversamente disciplinati dall’Ordinanza, rimane in vigore quanto previsto dal Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 26 aprile 2020.

Il mancato rispetto delle misure indicate nell’Ordinanza è sanzionato secondo quanto previsto dall’art. 4 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19.

Le misure sono valide dal 18 al 31 maggio

 

 

Regione Toscana 

Modalità di trasmissione del protocollo anti contagio. Pubblicate sul Bollettino regionale del 13 maggio le delibere 595/2020 e 594/2020 che riportano le modalità di trasmissione del protocollo anti-contagio definito secondo le ordinanza specifiche.

La Delibera 595/2020 stabilisce che, per tutte le attività aperte alla data del 18 aprile 2020, per le quali non sia stato ancora trasmesso il protocollo secondo le disposizioni della precedente ordinanza n° 38/2020, dovrà essere compilato il format on line o trasmesso il protocollo anti-contagio tramite e-mail, entro la data del 31 maggio 2020; per le altre attività la compilazione del protocollo dovrà avvenire entro 30 giorni dalla riapertura.

Il protocollo anti-contagio può essere trasmesso alla Regione Toscana con le seguenti modalità:

  • Compilazione on line sul sito https://servizi.toscana.it/presentazioneFormulari. In questo caso il format del protocollo si aprirà automaticamente a video, durante la compilazione, con contenuti uguali a quelli riportati negli allegati alla presente delibera;
  • Trasmissione tramite e-mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., compilando, per l’attività di competenza, lo specifico allegato alla presente delibera. In tal caso alla mail dovrà essere allegato, oltre al protocollo, la copia del documento di identità in corso di validità del firmatario del protocollo; farà fede per la dimostrazione dell’avvenuta trasmissione, la copia della mail di trasmissione;
  • Non sono accettati protocolli trasmessi con PEC.

 Coloro che hanno già inviato il protocollo tramite e-mail o tramite compilazione on line non devono inviarlo nuovamente.

Per supportare le esigenze di informazione provenienti dalle attività produttive che stanno ripartendo dopo il lockdown, il Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda USL Toscana nord ovest mette a disposizione la casella di posta elettronica delle strutture dell'area funzionale Prevenzione Igiene e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro (Pisll), presente in tutti gli ambiti territoriali Asl.

A questi indirizzi potranno rivolgersi i lavoratori ed i soggetti della prevenzione delle imprese (Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza, Responsabili del Servizio di prevenzione e Protezione, Medici Competenti) per chiedere informazioni ed assistenza su tutte le problematiche inerenti la tutela della salute negli ambienti di lavoro, anche in relazione al rischio di contagio da Covid.


Questi i riferimenti per ciascun territorio.

Zona Apuane  mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

zona Lunigiana  mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

zona Piana di Lucca  mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

zona Valle del Serchio  mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

zona Versilia  mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

zona Pisana  mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

zona  Alta val di Cecina- Val di Valdera  mail:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

zona Bassa Val di Cecina e Val di Cornia  mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

zona Elba  mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

zona Livornese  mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Per quanto riguarda le attività estrattive c’è un’unica casella di posta elettronica di riferimento: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .