fbpx
Header

Covid-19 Fase 2: D.L. 33/2020. Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica

AGGIORNAMENTO DEL 17/5/2020

Sabato 16/5/2020 è stato pubblicato il Decreto legge 33/2020 Ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19, già annunciato dal comunicato stampa.

Il testo definisce il nuovo calendario per la riapertura.
Dal 18 maggio 2020, cessano di avere effetto tutte le misure limitative della circolazione all'interno del territorio regionale, che rimangono vietati fino al 2 giugno. Saranno possibili solamente per esigenze lavorative ed urgenti.

Per le attività produttive è previsto che debbano svolgersi nel rispetto dei contenuti di protocolli o linee guida idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in ambiti analoghi, adottati dalle regioni o dalla Conferenza delle regioni nel rispetto dei principi contenuti nei protocolli o nelle linee guida nazionali. In assenza di quelli regionali trovano applicazione i protocolli o le linee guida adottati a livello nazionale. Ed al successivo comma 15.
Il mancato rispetto dei contenuti dei protocolli o delle linee guida regionali, o nazionali, che non assicuri adeguati livelli di protezione determina la sospensione dell'attività fino al ripristino delle condizioni di sicurezza.
Alle regioni il compito di monitorare giornalmente l’andamento epidemiologico al fine di garantire lo svolgimento, in condizioni idi sicurezza delle attività economiche.
Le disposizioni si applicano dal 18 maggio fino al 31 luglio.

Alcuni protocolli già pubblicati:
Toscana e Lombardia
Emilia Romagna
Veneto
Piemonte e Friuli Venezia Giulia hanno ribadito le linee guida della Conferenza delle regioni.