fbpx
Header

Attuazione direttiva sulle radiazioni ionizzanti: pubblicato il D.Lgs. 101/2020

AGGIORNAMENTO DEL 13/8/2020

Mercoledì 12 giugno 2020 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, serie generale n° 201, il D.Lgs. 31 luglio 2020 n° 101 Attuazione della direttiva 2013/59/Euratom, che stabilisce norme fondamentali di sicurezza relative alla protezione contro i pericoli derivanti dall'esposizione alle radiazioni ionizzanti, e che abroga le direttive 89/618/Euratom, 90/641/Euratom, 96/29/Euratom, 97/43/Euratom e 2003/122/Euratom e riordino della normativa di settore in attuazione dell'articolo 20, comma 1, lettera a), della legge 4 ottobre 2019, n. 117.

Il decreto recepisce la Direttiva Euratom 2013/59/UE e introduce norme per la tutela della sicurezza di pazienti, lavoratori e cittadini contro i pericoli derivanti dall’esposizione alle radiazioni ionizzanti.
Il testo, giunto dopo cinque anni di lavoro anche in conseguenza alla complessità stessa della norma, rappresenta un importante traguardo in primis per gli operatori e i pazienti del comparto sanitario, il più esposto a questo tipo di radiazioni.

Alla luce di nuovi dati e nuove conoscenze scientifiche, tra le principali novità introdotte dalla Direttiva Euratom c’è la sensibile riduzione dei limiti di esposizione per i lavoratori, da 150 a 20 millisievert/anno, che imporrà una profonda riorganizzazione dei servizi coinvolti.
Allo stesso modo, viene ridotta la concentrazione media annua di radon tollerabile negli ambienti di lavoro e anche negli edifici adibiti a civile abitazione, che passa da 500 a 300 Becquerel/m3 annui.
Di conseguenza dovrà essere valutato anche l’utilizzo, nell’edilizia, di materiali da costruzione che possono contenere minerali radioattivi di origine naturale. L’uso di questi materiali, elencati in allegato alla Direttiva, prevede che sia eseguita una caratterizzazione e una valutazione per la radioprotezione degli edifici e degli ambienti in cui sono impiegati.
La presenza di minerali radioattivi nelle materie prime lavorate in vari tipi di impianti produttivi, quali ad esempio i cementifici e le fonderie, implicherà nuove misure di prevenzione e protezione del rischio da radiazioni ionizzanti.

Link al D.Lgs. 101/2020 in Gazzetta ufficiale.

Entrata in vigore: 13 agosto 2020.