fbpx
Header
Ddl_Terra-mia_BN.jpg

DdL “Terra mia”, modifiche al Testo Unico Ambientale: nuove disposizioni penali in arrivo

AGGIORNAMENTO DEL 25/9/2020

Il disegno di legge del cosiddetto decreto “Terra Mia, reso noto il 22 settembre scorso, prevede modiche al Testo Unico Ambiente D.Lgs. 152/06 definendo nuove disposizioni penali in tema di: Autorizzazione integrata, Abbandono rifiuti, Discariche non autorizzate, Combustione illecita di rifiuti, traffico illecito di rifiuti, inquinamento ambientale, disastro ambientale.

 

Tra le novità segnaliamo:

 

  • “Daspo” ambientale: si prevede la possibilità, intervenendo anche sul Codice antimafia, di allontanare dei luoghi in cui sono stati commessi illeciti contro l’ambiente dei soggetti responsabili ritenuti pericolosi.

 

  • Discariche abusive: si inaspriscono i provvedimenti contro le discariche abusive, responsabilizzando maggiormente i terzi ovvero i proprietari dei fondi sui quali vengono realizzate; per questi sarà ora più complesso rientrare in possesso delle aree sequestrate o confiscate.

 

  • Responsabilità degli enti: cresce l’elenco dei reati “presupposto” di responsabilità amministrativa degli enti ex 231; vi sono inclusi, tra gli altri: ipotesi di incendio boschivo, morte o lesioni per inquinamento ambientale, impedimento di controllo, omessa bonifica e attività organizzate per traffico illecito di rifiuti.

 

 

Il testo è ora in attesa di essere trasmesso al Parlamento per l’iter di Approvazione.