fbpx
Header
Acque_consumo_umano-BN.jpg

Qualità delle acque destinate al consumo umano: pubblicata la Direttiva UE 2184/2020

AGGIORNAMENTO DEL 28/12/2020

Sulla Gazzetta ufficiale europea del 23 dicembre 2020 è stata pubblicata la Direttiva 2184/2020 che riguarda le Acque destinate al consumo umano.
Le nuove disposizioni, che vanno a sostituire quanto definito dalla direttiva 83 del 1998, devono essere recepite negli stati entro il 12 gennaio 2023, per alcune disposizioni ed entro il 12/01/2026 per altre.

L’approccio alla sicurezza dell’acqua è un approccio basato sul rischio e per questo viene considerata l’intera catena di approvvigionamento, dal bacino idrografico al punto in cui l’utente finale utilizza l’acqua stessa.

Segnaliamo gli articoli dal 5 al 10, che definiscono gli standard qualitativi, i punti in cui i valori devono essere rispettati, la descrizione dell’approccio basato sul rischio e la valutazione e gestione del rischio nei vari punti strategici della filiera.
Il successivo articolo 11 definisce i requisiti minimi di igiene per i materiali che entrano a contatto con le acque, e il 12 definisce i requisiti minimi per i prodotti chimici per il trattamento ed i materiali filtranti.

Questi gli allegati:

  1. Prescrizioni minime relative ai valori di parametro utilizzati per valutare la qualità delle acque destinate al consumo umano
  2. Monitoraggio
  3. Specifiche per l’analisi dei parametri
  4. Informazioni al pubblico
  5. Principi per la definizione di metodologie comuni di cui all’articolo 11
  6. Direttive e regolamenti abrogati, termini di recepimento, tavola di concordanza con direttiva 98/83.

Entrata in vigore: 12/01/2021