fbpx
Header

MARCHIO ECOLABEL: L'EUROPA ASSEGNA I CRITERI ECOLOGICI PER L'ASSEGNAZIONE

SEGNALAZIONE AGGIORNAMENTO NORMATIVO 23/11/2015

Decisione europea che stabilisce i criteri ecologici per l’assegnazione del marchio di qualità ecologica dell’Unione Europea ECOLABEL ai sub strati di coltivazione, agli ammendanti e al pacciame 

(Pubbl. su GUE N.303  del  20-11-2015   )


Con la decisione in oggetto la Commissione Europea adegua la normativa, in scadenza al 31-12-2015, in riferimento ai criteri ecologici e i rispettivi requisiti di valutazione e verifica per ammendanti e sub strati di coltivazione al fine di rispecchiare più fedelmente l’attuale realtà del mercato per questi prodotti.

Secondo l’articolo 3 un prdotto per ottenere il marchio ECOLABEL deve rientrare nel gruppo di prodotti “ammendanti, substrati di coltivazione e pacciame” che comprende i sub strati di coltivazione, gli ammendanti orgenici e il pacciame organico (come definiti nell’articolo1) e soddisfare i criteri e requisiti di valutazioen della decisione in oggetto.

L'art.6 abroga le decisioni 2006/799/CE e 2007/64/CE.

I nuovi criteri hanno come obiettivo quello di promuovere il riciclaggio dei materiali e l'uso di materiali rinnovabili e riciclabili, riducendo così il degrado ambientale, nonché sono intesi a diminuire l'inquinamento del suolo e delle acque limitando rigorosamente la concentrazione di inquinanti nel prodotto finale. Questi i nuovi criteri per l’assegnazione del marchio:


Criterio 1 — Costituenti

Criterio 2 — Costituenti organici

Criterio 3 — Substrati di coltivazione minerali e costituenti minerali

Criterio 3.1 — Consumo di energia ed emissioni di CO2

Criterio 3.2 — Fonti di estrazione di minerali

Criterio 3.3 — Uso e destinazione post-uso dei substrati di coltivazione minerali

Criterio 4 — Materiali riciclati/recuperati e organici nei substrati di coltivazione

Criterio 5 — Limitazione delle sostanze pericolose

Criterio 5.1 — Metalli pesanti

Criterio 5.2 — Idrocarburi policiclici aromatici

Criterio 5.3 — Sostanze e miscele pericolose

Criterio 5.4 — Sostanze elencate in conformità dell'articolo 59, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1907/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio (1)

Criterio 5.5 — Limiti per E. coli e Salmonella spp.

Criterio 6 — Stabilità

Criterio 7 — Contaminanti fisici

Criterio 8 — Sostanza organica e sostanza secca

Criterio 9 — Semi di piante infestanti e propaguli vitali

Criterio 10 — Effetti sulle piante

Criterio 11 — Caratteristiche dei substrati di coltivazione

Criterio 12 — Comunicazione delle informazioni

Criterio 13 — Informazioni da riportare sull'Ecolabel UE



Entrata in vigore: la decisione è direttamente applicabile in ogni stato membro