fbpx
  • Header Sicurezza Macchine Desktop
  • Header Sicurezza Macchine Tablet
  • Header Sicurezza Macchine Mobile

Assicurati la conformità dei macchinari secondo l’art. 70 del Testo Unico Sicurezza e la Direttiva Macchine 2006/42/CE

Operare con macchine non conformi significa, da un lato, esporre i lavoratori al rischio di infortuni, i fabbricati a danneggiamenti e i consumatori ai pericoli derivanti da un prodotto non sicuro, con gravi ricadute sul brand e sul business; dall’altro, il datore di lavoro può incorrere in sanzioni anche molto severe in caso di incidente o verifiche di non conformità.
Attuare un piano di sviluppo in linea con la normativa europea e i regolamenti nazionali è fondamentale per porsi l’obiettivo di seguire quello che viene definito il principio di integrazione della sicurezza, al fine di assicurare la tutela dei propri lavoratori e garantire una continuità produttiva in piena sicurezza, efficiente e conforme.

Ecol Studio può aiutarti a salvaguardare la salute e la sicurezza della tua Azienda, tutelando i tuoi lavoratori, i tuoi clienti e il tuo business!

Direttiva Macchine:
cosa prevede e quando si applica? 

La Direttiva Macchine 2006/42/CE prevede specifiche attività al fine di innalzare il livello di sicurezza degli impianti integrando la sicurezza nelle fasi di progettazione e di costruzione, fino a una corretta installazione e manutenzione.

SCOPRI DI PIÚ

SCOPRI CHE COSA POSSIAMO FARE INSIEME


SERVIZI DISTINTIVI



Direttiva Macchine 2006/42/CE

Ecol Studio può assisterti per adeguarti alla normativa europea:

Supporto Ufficio Tecnico Costruttori

Nel rispetto degli obblighi dell’art. 5 della Direttiva Macchine 2006/42/CE, il fabbricante prima di immettere sul mercato e/o mettere in servizio una macchina si accerta che soddisfi i pertinenti requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute e ne predispone il fascicolo tecnico.
L’attività prevede il supporto all’ufficio progettazione per la composizione del fascicolo tecnico previsto dalla Direttiva Macchine 2006/42/CE.

Il servizio comprende:
  • Elaborazione della valutazione del rischio secondo quanto previsto dall’allegato I della 2006/42/CE;
  • Calcolo dell’affidabilità dei circuiti di sicurezza secondo la norma EN 13849-1: l’attività prevede la verifica degli schemi di comando della macchina e della componentistica utilizzata nelle catena di sicurezza;
  • Verifica dei contenuti minimi del manuale di istruzioni;
  • Misurazione del rumore e report tecnico;
  • Verifiche elettriche previste dalla norma EN 6024-1 (Verifica continuità del circuito equipotenziale, resistenza isolamento, prove di tensione e tensioni residue). Le prove sono svolte mediante equipaggiamento conforme alla norma IEC 61180-2;
  • marcatura CE di macchinari in accordo alla Direttiva 2006/42/CE con assunzione di responsabilità.

Conformità all’Allegato V e messa in sicurezza

Le attrezzature di lavoro costruite e messe a disposizione dei lavoratori antecedentemente all’emanazione di norme legislative e regolamentari di recepimento delle direttive comunitarie di prodotto, devono essere conformi ai requisiti generali di sicurezza di cui all’allegato V del D.Lgs.81/2008.

Il servizio comprende:
  • Verifica di conformità secondo l’Allegato V e proposta di interventi di adeguamento secondo le norme tecniche di riferimento UNI EN ISO;
  • Studio di funzioni di sicurezza secondo le norme tecniche di riferimento (EN 13849-1);
  • Eventuale messa in opera degli interventi di adeguamento coordinando ditte qualificate per eseguire gli interventi (questa attività può essere eseguita anche dal cliente stesso);
  • Collaudo dell’attrezzatura con rilascio di attestazione di conformità ai requisiti minimi di sicurezza.

Su richiesta del cliente:
  • Redazione di istruzioni operative integrative eventualmente necessarie a seguito di modifica;
  • Formazione dei lavoratori eventualmente necessaria a seguito di modifica;
  • Redazione del manuale di istruzioni per la sicurezza.




Audit preventivo in caso di acquisto

Nel rispetto degli obblighi del D.Lgs. 81/2008 Titolo III Capo I, art. 71 il Datore di Lavoro prende le misure necessarie affinché metta a disposizione dei lavoratori attrezzature idonee ai fini della salute e sicurezza e adeguate al lavoro da svolgere.
L’attività permette di controllare in via preventiva la sicurezza del macchinario che il datore di Lavoro intende acquistare ed installare all’interno del proprio stabilimento evitando macchine non conformi.

Il servizio comprende:
  • Valutazione preliminare del progetto e del fascicolo tecnico;
  • Ispezione dell’attrezzatura con verifica del rispetto dei Requisiti Essenziali di Sicurezza (RES) applicabili;
  • Verifica post installazione.

Rischio sulle attrezzature di lavoro

Nel rispetto degli obblighi del D.Lgs. 81/2008 Titolo III Capo I, Art. 71 il Datore di Lavoro prende le misure necessarie affinché i lavoratori abbiamo a disposizione attrezzature idonee ai fini della salute e sicurezza e adeguate al lavoro da svolgere.

Il servizio comprende:
  • Valutazione del rischio secondo l’art. 71 comma 3 D.Lgs. 81/2008 per tutte le attrezzature di lavoro, ovvero qualsiasi macchina, apparecchio, utensile o impianto destinato ad essere usato durante il lavoro.
Su richiesta del cliente:
  • Istruzioni operative integrative scaturite dalla valutazione dei rischi.

SICUREZZA MACCHINE NO PROBLEM

Metti al riparo le macchine, i lavoratori e la tua azienda da rischi e sanzioni!
Grazie alla consulenza e ai servizi Ecol Studio, puoi essere sempre conforme alla Direttiva Macchine e lavorare in tutta sicurezza.

Contatta il nostro esperto e cogli tutte le opportunità che possiamo riservarti!

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Richiedi informazioni

Ambiti di interesse: